Home > Blog > Festa della Mamma: dalla Grande Madre all'Ecologia Totale

Festa della Mamma: dalla Grande Madre all'Ecologia Totale

09 Maggio 2021

La festa della mamma evoca storie, filosofie, personaggi, riti, credenze, tradizioni che attraversano i millenni fino ai giorni nostri, percorrendo l’universo mondo e ponendoci di fronte alla bellezza e al mistero della vita.

La Madre di tutte le Madri è senza dubbio la Natura, colei che ci culla, ci sostenta, ci incanta, ci atterrisce, ed è dai tempi dei tempi che l’uomo la scruta, la studia, la ama, la mantiene, la detesta, la sfrutta, cerca di dominarla, ne fa scempio… Da noi in Villa si racconta la bellissima vicenda legata al sorgere delle Ville Venete quali fulcro operativo per trarre alimento dalla Natura, ovvero dalla coltivazione delle terre inculte, da cui il sorgere di un paesaggio mai visto in precedenza. I veneziani infatti, saranno i primi a organizzare la produttività dei campi in modo sistematico, razionale e sostenibile. Mettendo a frutto conoscenze tecniche, ma anche filosofiche e infine grandi capacità politiche.   

A testimoniare la lungimiranza di quel progetto, a Villa Tiepolo Passi campeggia il busto di un filosofo antico, Democrito (460-370 a.C.) che, a 2400 anni dalla sua dipartita è ancora qui con il suo pensiero forte. Le cose che ci circondano, diceva, uomini compresi, sono combinazioni di atomi. In pratica affermava che solo la Natura, di cui siamo parte, merita di essere indagata, quantificata e misurata. E, qui da noi, pragmaticamente è stato posto a traguardare il sole che sorge nel solstizio d’inverno, sorridendo al susseguirsi delle stagioni agrarie. 

La sua teoria atomistica e meccanicistica verrà ripresa da Epicuro (341-270 a.C.) e dal poeta latino Lucrezio (98-54 a.C.), autore del De Rerum Natura. Ma l’idea che la scienza debba occuparsi degli aspetti misurabili e matematizzabili della Natura ritornerà con impeto e nuove tecnologie con Galileo Galilei (1564-1642), padre della scienza moderna. E si ritiene pure che Democrito sia in certa misura ispiratore del Rinascimento Italiano: l’arte come unica forma capace di rendere l’uomo immortale, perché è nell’arte che l’uomo esprime il tentativo più alto di creare qualcosa che si avvicini all’imperscrutabile. E nell’arte Leonardo Da Vinci (1452 -1519), instancabile studioso dell’anatomia umana e dei meccanismi della Natura - e con lui Michelangelo e Raffaello - celebra quella straordinaria nuova visione del mondo.  
La Grande Madre tribale, fertile generatrice di vita, mediatrice tra umano e divino, si trasfigura nella dea dell’amore con Astarte, Afrodite e Venere, è cacciatrice con Artemide e Diana, protettrice dei campi e creatrice delle stagioni con Demetra e Cerere, si lega alla Morte con Proserpina e Persefone, dee della Notte e dei cicli lunari indispensabili al fiorire del seme per dare nuova vita. 

Ci hanno insegnato che Dio ci ha fatti con acqua e fango. Il racconto popolare per indicare la Madre Terra e l’Acqua da cui ha origine la Vita. Papa Francesco, nell'Enciclica Laudato sì, chiede all’umanità di rivolgersi con amore al creato, alla Natura di cui l’uomo, fatto a immagine e somiglianza di Dio, è parte integrante. Il papa quindi, in primis chiede agli uomini di amare i propri simili, ponendo nella fratellanza il punto più alto per aspirare ad un mondo di pace, in terra e in cielo. Bergoglio parla di una Natura defraudata e invoca un'Ecologia Totale; e pone la donna, le mamme del mondo, generatrici dell’umanità, tra i perseguitati di questa terra. 

Festeggerò mia madre: ha quasi cento anni ed è ancora indomita. Con tenerezza cerco di comprendere il segreto del suo spirito vitale.

Copyright@Alberto Passi, tutti i diritti riservati
Festa della Mamma: dalla Grande Madre all'Ecologia Totale

Potrebbe interessarti

  • 2 giugno, festa della Repubblica
    02 Giugno 2021
    2 giugno, festa della Repubblica

    Ripartire dal Bene ComuneNessuno fa caso o ricorda o sa che Repubblica deriva da "Res Publica”, il cui significato letterale è “la Cosa di Tutti”, buona o cattiva che sia...

    Approfondisci
  • San Marco, il Leone e il Bocolo
    25 Aprile 2021
    San Marco, il Leone e il Bocolo

    A Venezia, il 25 aprile, si festeggia San Marco, protettore della città. Inviato da Pietro e Paolo, Marco iniziò il suo percorso di evangelizzazione ad Aquileia, per approdare in seguito...

    Approfondisci
  • Buona Pasqua
    04 Aprile 2021
    Buona Pasqua

    Anche quest'anno, come da tradizione, a Pasqua faremo a gara con le uova sode colorate, "i vovi duri". Si sceglie il proprio e si "sbocia" sopra e sotto contro l'uovo avversario. Chi ha il guscio pi&u...

    Approfondisci
  • Equinozio di Primavera
    20 Marzo 2021
    Equinozio di Primavera

    Il 20 marzo - equinozio di primavera - segna il passaggio della stagione invernale a quella primaverile. Il giorno e la notte hanno la stessa durata, 12 ore. Il 20 o il 21? Il 21 marzo era la data sta...

    Approfondisci
  • L'antico Capodanno veneziano e un omaggio alle donne
    07 Marzo 2021
    L'antico Capodanno veneziano e un omaggio alle donne

    Venite fuori genti, venite in strada a far casoto, recita la filastrocca del Bati Marso, venite a bàtar Marso co coerci, tece e pignate! Il baccano prodotto dallo sbattere dei coperchi delle pe...

    Approfondisci
  • Le Frittelle
    15 Febbraio 2021
    Le Frittelle

    Le Frittelle secondo la ricetta di Villa Tiepolo PassiVideo della ricettaINGREDIENTI 500 gr. FARINA 75 gr. ZUCCHERO 25 gr. LIEVITO DI BIRRA 1 bicchiere di LATTE TIEPIDO 1 o 2 UOVA UVETTE ammollate nel...

    Approfondisci
  • A Carnevale...
    09 Febbraio 2021
    A Carnevale...

    A Carnevale, fritole se vi pare...e ogni scherzo valeI re avevano a corte un giullare…che intratteneva con frizzi e lazzi, ma “con riguardo”, facendo ben attenzione a non esagerare....

    Approfondisci
  •  17 gennaio: la dea Cerere e il porcello di Sant'Antonio
    17 Gennaio 2021
    17 gennaio: la dea Cerere e il porcello di Sant'Antonio

    Lei ha insegnato agli uomini la coltivazione dei campi, lui, il Santo, è il benefattore dei raccolti  e il vincitore del Male. In comune hanno un maiale...  Gelo e tempo di purific...

    Approfondisci
  • Donne e Madonne in Villa
    08 Dicembre 2020
    Donne e Madonne in Villa

    In occasione dell’8 dicembre, un piccolo racconto della “Vita in Villa”, governata dalle donne e protetta dalle Madonne della casa. “Orsù dunque, Avvocata nostra, rivol...

    Approfondisci
  • Il Kaki, frutto degli Dei
    18 Novembre 2020
    Il Kaki, frutto degli Dei

    Frutto tipico della stagione autunnale e invernale, il Pomo caco ha numerose proprietà benefiche e un colore che porta allegria in tavola.Il Diospoyros kaki, cibo degli dei, detto anche "mela d...

    Approfondisci