Home > Blog > I gradini per il Paradiso

I gradini per il Paradiso

20 Giugno 2020

21 giugno, solstizio d’estate. Posti sul selese della Villa a traguardare il sole che sorge e che tramonta nei solstizi d’inverno e d'estate, Democrito, il filosofo che ride, ed Eraclito, il filosofo che piange, scandiscono le stagioni, quelle che determinano i raccolti e la qualità di vita se sono buoni o cattivi, rammentando a tutti come la vita, lo si voglia o no, dipende dall’universo naturale che ci circonda. 

Napio, pito, baete, cuerceti … Si giocava così una volta. Due pezzi di legno, delle buchette o un cerchio in terra da conquistare lanciando palline di terracotta, e mille sfide nel tempo della ricreazione, o dopo mangiato prima di fare i compiti.
I cuerceti (coperchietti) erano i tappi corona in metallo della birra o cocacola o della spuma. La base interna di sughero - ma alcuni venivano “truccati”, appesantiti aggiungendo altro sughero - erano le nostre “bighe”, le nostre “Ferrari”, i nostri “campioni” e la pista su cui gareggiare erano i gradini delle “Statue” della Villa. Le statue sono Democrito ed Eraclito (ma mica sapevamo chi fossero) con le alzate ottagonali di pietra che reggono i busti dei filosofi. Si partiva dal gradino più basso e si doveva completare il giro lanciando il tappo; quindi si passava al gradino superiore e così su fino all’ultimo, stretto e complicatissimo da percorrere senza volare fuori. Il lancio avveniva usando medio e pollice a far slittare il cuerceto sulla pietra, e se si usciva di strada si poteva rifare il tiro ripartendo dallo stesso punto. A volte il cuerceto rimbalzava su un’asperità della pietra e accidentalmente si raddrizzava, mettendosi a correre tutt’intorno come una ruota, con urla di trionfo del lanciatore e l’esclamazione laconica tipica dell’avversario: “Checculo!”. Mezzi pomeriggi, veri campionati, sordi ai richiami, “Basta adesso, vieni a fare i compiti …”. 

Giocavamo senza saperlo sulla metafora della vita: i simboli che scandiscono il tempo e le stagioni, l’inizio e la fine, la caducità e la speranza dell’uomo e la natura sovrana, all’ombra del filosofo che ride (Democrito) e del filosofo che piange (Eraclito). L’ottagono simboleggia l’ottavo giorno, la resurrezione, evoca la vita eterna; il numero 8 è universalmente il numero dell'equilibrio cosmico. Insomma, ecco, a ogni gradino conquistato, ci sembrava davvero di salire in Paradiso. 

Copyright © Alberto Passi, tutti i diritti riservati

I gradini per il Paradiso

Potrebbe interessarti

  • Furti in brolo. Emma.
    05 Settembre 2021
    Furti in brolo. Emma.

    A giugno iniziavano i furti in brolo. Con le ciliegie. Poi era la volta dei peretti di San Piero, le albicocche, le pesche, le prugne, le angurie, i fichi, e s’andava all'autunno con l’uva...

    Approfondisci
  • Il rio, il lago, zattere, piroghe e malanni
    05 Agosto 2021
    Il rio, il lago, zattere, piroghe e malanni

    Te vedarà to nono! Stavolta te e ciapi… La Emma sorrideva come sempre con quelle due fessure al posto degli occhi, zigomi alti e rugosi, le labbra strette che lasciavano però...

    Approfondisci
  • 2 giugno, festa della Repubblica
    02 Giugno 2021
    2 giugno, festa della Repubblica

    Ripartire dal Bene ComuneNessuno fa caso o ricorda o sa che Repubblica deriva da "Res Publica”, il cui significato letterale è “la Cosa di Tutti”, buona o cattiva che sia...

    Approfondisci
  • Festa della Mamma: dalla Grande Madre all'Ecologia Totale
    09 Maggio 2021
    Festa della Mamma: dalla Grande Madre all'Ecologia Totale

    La festa della mamma evoca storie, filosofie, personaggi, riti, credenze, tradizioni che attraversano i millenni fino ai giorni nostri, percorrendo l’universo mondo e ponendoci di fronte al...

    Approfondisci
  • San Marco, il Leone e il Bocolo
    25 Aprile 2021
    San Marco, il Leone e il Bocolo

    A Venezia, il 25 aprile, si festeggia San Marco, protettore della città. Inviato da Pietro e Paolo, Marco iniziò il suo percorso di evangelizzazione ad Aquileia, per approdare in seguito...

    Approfondisci
  • Buona Pasqua
    04 Aprile 2021
    Buona Pasqua

    Anche quest'anno, come da tradizione, a Pasqua faremo a gara con le uova sode colorate, "i vovi duri". Si sceglie il proprio e si "sbocia" sopra e sotto contro l'uovo avversario. Chi ha il guscio pi&u...

    Approfondisci
  • Equinozio di Primavera
    20 Marzo 2021
    Equinozio di Primavera

    Il 20 marzo - equinozio di primavera - segna il passaggio della stagione invernale a quella primaverile. Il giorno e la notte hanno la stessa durata, 12 ore. Il 20 o il 21? Il 21 marzo era la data sta...

    Approfondisci
  • L'antico Capodanno veneziano e un omaggio alle donne
    07 Marzo 2021
    L'antico Capodanno veneziano e un omaggio alle donne

    Venite fuori genti, venite in strada a far casoto, recita la filastrocca del Bati Marso, venite a bàtar Marso co coerci, tece e pignate! Il baccano prodotto dallo sbattere dei coperchi delle pe...

    Approfondisci
  • Le Frittelle
    15 Febbraio 2021
    Le Frittelle

    Le Frittelle secondo la ricetta di Villa Tiepolo PassiVideo della ricettaINGREDIENTI 500 gr. FARINA 75 gr. ZUCCHERO 25 gr. LIEVITO DI BIRRA 1 bicchiere di LATTE TIEPIDO 1 o 2 UOVA UVETTE ammollate nel...

    Approfondisci
  • A Carnevale...
    09 Febbraio 2021
    A Carnevale...

    A Carnevale, fritole se vi pare...e ogni scherzo valeI re avevano a corte un giullare…che intratteneva con frizzi e lazzi, ma “con riguardo”, facendo ben attenzione a non esagerare....

    Approfondisci