Home > Blog > Storie di Villa: 6 macchine

Storie di Villa: 6 macchine

03 Aprile 2020

Negli anni Cinquanta, il passaggio di un'auto sulla strada di fronte alla Villa era un evento raro; oggi, nel silenzio irreale delle strade, sembra di essere tornati indietro nel tempo. Ricordi del passato, riflessioni sul futuro.
"Oggi sono proprio contento"
"Si? E perchè sei contento, sentiamo"
"Perchè ho visto 6 macchine!"
"Ohhh, 6 macchine! Che meraviglia, e dove le hai viste ?"
"Alla peschiera"
Mia madre rideva mentre mi infilava il pigiama. Avevo 5 anni, 66 anni fa.
Di giorno, nell'aria, c'era solo lo scroscio della fontana, ilrumore del vento tra gli alberie il canto degli uccelli. In primavera, soprattutto al tramonto, prevaleva lo stridio delle rondini, in estate il baccano delle cicale e solo raramente, in lontananza, si udiva il rumore di un motore a scoppio. Di sera e nella notte c'erano i grilli, la fontana sempre, il gracchiare delle rane del lago e, più in là, della peschiera, a volte il soffio del barbagianni, spesso il cuculo, e qualche volta, in certe notti chiare e fortunate, il canto dell'usignolo. E in quest'oasi, nella sua tenuta viva e aperta, molto ancora si ritrova di tutto questo.
66 anni fa le macchine si sentivano sopraggiungere da chilometri: quell'ansimare asmatico della Topolino o del furgone millecento dell'uomo del ghiaccio, e il grattare di una macia che non entrava. Da chilometri. E allora, con un tuffo al cuore si mollava tutto: qualunque gioco stessimo facendo, correvamo alla peschiera rasente la strada bianca e provinciale. Lì, appoggiati alla siepe di bosso che faceva da parapetto, attendevamo che la macchina passasse alzando un polverone. E che delusione quando, ascoltando il rumoreavvicinarsi, sentivamo che si fermava prima, o deviava.
Fino a un mese fa, il cuore triste, davanti alla peschiera, assordanti e puzzolenti, transitavano circa 20 mila auto al giorno. Adesso il rumore di fondo nell'arianon è cessato, e quello dei motori prevale su tutto, ma davanti alla Villa passano pochissime auto; certo più di sei, ma poche.
Torniamo indietro di mezzo secolo? Nient'affatto, si va avanti e con il mondo che ci sta cambiando tutti e tutt'intorno, diventeremo migliori, meno spreconi, con più discerrnimento, più rispettosi dell'ambiente in cui viviamo.
Non è incruento quanto stiamo vivendo, è grave e difficile, né mai era successo qualcosa di simile, con più della metà della popolazione mondiale chiusa in casa.
E' a causa del nuovo a cui ci ha portato la tecnologia? In parte, perchè non abbiamo ancor ben capito in che misura vada utilizzata; ma non dimentichiamo che una simile pandemia 66 anni fa avrebbe decimato la popolazione mondiale. Certo è che dovremo modificare diverse cose nei nostri comportamenti, nel nostro modo di vivere, di muoverci, di produrre e di consumare. Con buona voglia e buona pace di tutti. Per ascoltare di più o di nuovo il rumore del vento, delle rane sopravvissute, degli uccelli rimasti, e, certo, delle autodi nuova generazione, ma soprattutto per riascoltare il battito del nostro cuore che, nel frastuono convulso di una presunta modernità, si è andato perdendo. Tu-tum, tu-tum, oggi quanto quante macchine?

Copyright @Alberto Passi, tutti i diritti riservati

Storie di Villa: 6 macchine

Potrebbe interessarti

  • L'antico Capodanno veneziano e un omaggio alle donne
    07 Marzo 2021
    L'antico Capodanno veneziano e un omaggio alle donne

    Venite fuori genti, venite in strada a far casoto, recita la filastrocca del Bati Marso, venite a bàtar Marso co coerci, tece e pignate! Il baccano prodotto dallo sbattere dei coperchi delle pe...

    Approfondisci
  • Le Frittelle
    15 Febbraio 2021
    Le Frittelle

    Le Frittelle secondo la ricetta di Villa Tiepolo PassiVideo della ricettaINGREDIENTI 500 gr. FARINA 75 gr. ZUCCHERO 25 gr. LIEVITO DI BIRRA 1 bicchiere di LATTE TIEPIDO 1 o 2 UOVA UVETTE ammollate nel...

    Approfondisci
  • A Carnevale...
    09 Febbraio 2021
    A Carnevale...

    A Carnevale, fritole se vi pare...e ogni scherzo valeI re avevano a corte un giullare…che intratteneva con frizzi e lazzi, ma “con riguardo”, facendo ben attenzione a non esagerare....

    Approfondisci
  •  17 gennaio: la dea Cerere e il porcello di Sant'Antonio
    17 Gennaio 2021
    17 gennaio: la dea Cerere e il porcello di Sant'Antonio

    Lei ha insegnato agli uomini la coltivazione dei campi, lui, il Santo, è il benefattore dei raccolti  e il vincitore del Male. In comune hanno un maiale...  Gelo e tempo di purific...

    Approfondisci
  • Donne e Madonne in Villa
    08 Dicembre 2020
    Donne e Madonne in Villa

    In occasione dell’8 dicembre, un piccolo racconto della “Vita in Villa”, governata dalle donne e protetta dalle Madonne della casa. “Orsù dunque, Avvocata nostra, rivol...

    Approfondisci
  • Il Kaki, frutto degli Dei
    18 Novembre 2020
    Il Kaki, frutto degli Dei

    Frutto tipico della stagione autunnale e invernale, il Pomo caco ha numerose proprietà benefiche e un colore che porta allegria in tavola.Il Diospoyros kaki, cibo degli dei, detto anche "mela d...

    Approfondisci
  • Votandoci a Tutti i Santi e snobbando Halloween... Niente zucche ma mele cotogne (da vendere)
    01 Novembre 2020
    Votandoci a Tutti i Santi e snobbando Halloween... Niente zucche ma mele cotogne (da vendere)

    Mele cotogne biologiche del Brolo di Villa Tiepolo Passi Futto antichissimo, rustico e profumato, ha avuto grande fortuna sulle tavole dei principi rinascimentali. Ne nascono ancor oggi prodotti ...

    Approfondisci
  • I Maestri che lavorarono in Villa
    18 Ottobre 2020
    I Maestri che lavorarono in Villa

    Domenica 18 ottobre celebriamo la festa di San Luca Evangelista, protettore degli artisti, con un tour guidato alla scoperta dei grandi Maestri che lavorarono a Villa Tiepolo Passi, e a seguire un del...

    Approfondisci
  • La Sagretta
    11 Ottobre 2020
    La Sagretta

    L'antica Cappella Gentilizia di Villa Tiepolo Passi è intitolata alla Madonna del Rosario, figura venerata dai veneziani dopo la vittoriosa battaglia navale di Lepanto (1571). Oggi è anc...

    Approfondisci
  • Ville Venete Aperte
    04 Ottobre 2020
    Ville Venete Aperte

    Perchè apriamo le Ville ? Perchè sono parte della nostra terra, della sua storia e della sua identità. Perchè conoscendo le cose belle che ci circondano ne diventiamo tutt...

    Approfondisci